© Musei Civici d’Arte Antica Bologna


Nome dell’oggetto:

Prospettiva con scena di convito

Ubicazione:

Bologna, Italia

Museo che conserva l’oggetto:

Collezioni Comunali d'Arte

 About Collezioni Comunali d'Arte , Bologna

Datazione dell’oggetto:

1721

Artista(i) / Autore(i)della fabbricazione:

Ferdinando Galli Bibiena  (1657, Bologna-1743, Bologna)

Numero di inventario museale:

P 1

Materia(e) / Tecnica(e):

olio su tela

Dimensioni:

173,3 x 229 cm

Bottega / Corrente artistica:

Barocco

Provenienza:

Bologna

Tipologia:

Dipinto prospettico

Periodo di attività:

Prima metà XVIII secolo

Luogo di produzione:

Bologna

Descrizione:

Questa prospettiva di architettura è opera di Ferdinando Bibiena, il grande architetto e scenografo che, assieme ai figli, diffuse in tutta Europa la moda artistica e teatrale italiana. Il dipinto fu eseguito nel 1721, al suo rientro in patria dopo una lunga permanenza a Vienna e fa pendant con un'altra tela di analogo soggetto, eseguita da un allievo. Le monumentali architetture, archi, lacunari, colonne, balaustre, sono costruite per angolo, con punti di fuga laterali che consentono un'ampia articolazione degli spazi, secondo esigenze d'uso proprie delle scene teatrali. Le piccole figure invitate ad un sontuoso banchetto, entrano dalle diverse direzioni, si soffermano alla base delle enormi colonne, mettendo in risalto la magnificenza dell'ambiente. Il Bibiena negli ultimi anni fu professore all'Accademia Clementina, dal suo insegnamento derivò la diffusione della pittura di prospettiva come genere decorativo autonomo.

View Short Description

Il dipinto fu commissionato dall'Accademia Clementina a Ferdinando Galli Bibiena nel 1721 ed offerto al Senato bolognese per onorare l'aggregazione all'Accademia e il ritorno in patria di questo celebre architetto teatrale e scenografo. Grandiose architetture viste per angolo compongono un insieme eclettico e fantastico, conferendo una dimensione teatrale al gusto barocco dell’illusione.

Proprietario originale:

Accademia Clementina

Criterio di datazione dell’oggetto:

Da documenti, conservati presso l’Archivio di stato di Bologna, si apprende che il 6 novembre 1721 il dipinto era già terminato e l'Accademia Clementina aveva già disposto il suo trasferimento nell’appartamento del Gonfaloniere, al primo piano di Palazzo Comunale

Modalità di acquisizione da parte del museo:

Il dipinto, fin dalle origini collocato al primo piano di Palazzo Comunale, fu trasferito nelle sale del museo, al secondo piano dello stesso palazzo, nel 1992

Bibliografia di riferimento:

Lenzi, D. "Le tempere di architettura", Meravigliose scene piacevoli inganni. Galli Bibiena, (exhibition catalogue), Arezzo, 1992, pp. 94-95, n. 40.
Lenzi, D. in I Bibiena una famiglia europea (exhibition catalogue)  (eds.  J. Bentini and D. Lenzi ), Bologna,  2000, pp. 415-417, n. 127.

Citation:

Elisabetta  Berselli "Prospettiva con scena di convito" in "Discover Baroque Art", Museum With No Frontiers, 2018. http://www.discoverbaroqueart.org/database_item.php?id=object;BAR;it;Mus12;40;it

Compilato da: Elisabetta Berselli
Traduzione di: Antonella Mampieri

Numero di lavoro di MWNF: IT2 44

RELATED CONTENT

 Timeline for this item


On display in

MWNF Galleries

Paintings Theatre

Download

As PDF (including images) As Word (text only)